14 Gen 2019

Veglie è il paese in cui sono nata. Un paese del Nord Salento a pochi chilometri da Lecce. Chi ci vive lo sa, in paese ci si conosce un po' tutti.

Vito è un uomo che conosco di vista, ma ogni volta che lo incrocio a bordo della sua moto o della sua Land Rover Discovery 2 (auto insolita per il nostro paese) lui sorride e saluta. Ho sempre saputo dei suoi viaggi in moto in giro per il mondo.

Viaggiandoconalice è un Travel Diary che si è trasformato in Travel & Food Blog e in quanto tale Alice non scrive solo le sue esperienze, ma ospita anche racconti di viaggio che regalano un'emozione e fanno vedere il mondo attraverso gli occhi dei viaggiatori.

Ho chiesto a Vito di raccontarmi la sua avventura in Senegal, e lui ha accettato...

Pubblicato in Africa
28 Dic 2018

Ho raggiunto l'altra parte del mondo nel 2005. Avevo solo vent'anni quando decisi di vivere un'esperienza di volontariato in Kenya. L'Africa ti cambia la vita. Il "mal d'Africa" esiste e del "mal d'Africa" ci si "ammala". Sono anni che spero di tornarci.

All'inizio del 2018 il Cappellaio Matto ha ricevuto una proposta di lavoro in Congo, Pointe-Noire. Proposta che ha accettato, e il 14 Maggio 2018 ha lasciato l'Italia. 

Ricomincio a sognare l'Africa tutte le notti...

Pubblicato in Viaggi in Pillole
09 Gen 2019

Dove inizia la fine del mare? O addirittura: cosa diciamo quando diciamo: mare? Diciamo l'immenso mostro capace di divorare qualsiasi cosa, o quell'onda che ci schiuma intorno ai piedi? [cit. Oceano Mare di A. Baricco]

Pubblicato in Viaggi in Pillole

Quando vivi dall’altra parte del mondo,anche una semplice macedonia ha colori e forme differenti.

Pubblicato in Eat Me
01 Feb 2019

Benvenuto Febbraio 2019. Benvenuto mese del Carnevale. Sapete una cosa?

Ho sempre avuto un rapporto di amore e odio con questo periodo dell’anno. Del carnevale amo i colori, i sorrisi dei bambini e in particolare l’avvicinarsi della bella stagione.

Pubblicato in Viaggi in Pillole
10 Feb 2019

Tra pochi giorni rientro in Italia. Questa è la settimana dedicata all'acquisto dei regali. Le richieste sono tante: pagne, vestiti, maschere, braccialetti, collane, frutta esotica. Non lo so se riuscirò ad accontentare tutti, ma ho due certezze: la prima è che in valigia non potrò mettere i sorrisi delle donne, dei bambini e degli uomini che ho conosciuto, la seconda è che resteranno sempre con me.

Pubblicato in Viaggi in Pillole

C’è una cosa che mi affascina delle donne africane: la capacità che hanno di trasportare qualsiasi cosa sulla testa. Che sia un piatto di alluminio colmo di manioca, un cesto di frutta o un secchio pieno di uova fresche, loro camminano disinvolte, schiena dritta e passo sicuro. Avvolte in pagne colorati ed eleganti, le vedi che si legano il bambino più piccolo sulla schiena, poi si curvano prendono il grande piatto di alluminio colmo di cibo e prodotti da vendere, lo poggiano sulla testa, si tirano su e senza esitazione trovano il loro equilibrio. Infine, con la mano destra afferrano il fascio di legna, lo posizionano sotto il braccio e con l’altra tengono per mano il bambino più grande. Si mettono in cammino ed io, inerme, resto a guardare.

Se chiedessi ad un bambino italiano di disegnare una donna con qualcosa in testa, lui disegnerebbe un grande cappello. Se chiedessi la stessa cosa ad un bambino africano lui avrebbe l’imbarazzo della scelta: sacchi di riso, legname, ceste, borse frigo rigide, piatti traboccanti di cibo, piante, vasi, bottiglie.

Africa Congo Pointe Noire Donna africana 2

Trasportare le cose sulla testa è comodo, le mani sono libere e quindi si possono fare molte altre cose. Ad esempio, mangiare o bere mentre si cammina, raccogliere qualcosa da terra. Molte donne utilizzano il cercine, un pezzo di tessuto attorcigliato a forma di ciambella posizionato tra il capo e il recipiente. Il cercine aiuta ad attutire il dolore quando si trasportano oggetti molto pesanti e facilita la distribuzione del peso.

Doris, la mia amica congolese, sostiene che anche senza cercine, qualsiasi oggetto messo sul capo non cade, basta solo trovare il punto d’appoggio giusto. Il nostro corpo è predisposto a trasportare pesi notevoli senza grandi sforzi “tutto dipende da noi e dalla nostra capacità di concentrazione: è tutta questione di testa!” afferma Doris.

Ecco il video!

Pubblicato in Viaggi in Pillole
 
Una delle domande più frequenti è: "Cosa si mangia in Congo?". 
Pubblicato in Food

Ritorno a scrivere dopo tanto tempo per Viaggiandoconalice, ritorno a farlo dopo una lunga pausa.

Chi mi segue sui social sa che non ho mai smesso di raccontare, ma il blog è tutt’altra cosa. Il blog, oltre a seguire “regole” differenti, è per me il “luogo” dove raccontare eventi importanti, ed in quanto tali non possono essere ridotti ad un breve post su Instagram o Facebook .

Conosco Bruno e Sonia da quando sono arrivata qui in Congo, ma la conoscenza è una cosa, l’amicizia è un’altra.

Pubblicato in Travel

Missione è partire, andare, lasciare tutto, uscire da noi stessi, spaccare la corteccia dell’egoismo che ci rinchiude nel nostro piccolo io. È smetterla di girare intorno a noi stessi, come se fossimo noi il centro del mondo e della vita. È non lasciarsi intrappolare dai problemi del mondo piccino al quale apparteniamo, l’umanità e più grande! Missione è accorgersi degli altri, scoprirli e incontrarli. E se per incontrarli e amarli è necessario solcare i mari e volare i cieli, allora, missione è partire e raggiungere i confini del mondo

Pubblicato in Africa

Un giorno Alice arrivò al bivio sulla strada e vide lo Stregatto sull’albero. “Che strada devo prendere?” chiese. La risposta fu una domanda: “Dove vuoi andare?”

Flickr

© 2019 ViaggiandoconAlice.it. All Rights Reserved.